Home » Videogiochi

Silpheed (Game Arts – 1993)

24 12 2009 Nessun Commento Scritto da:

silpheed coverLa terra è in pericolo. Questo è il tema del 80% deglii shooter ambientazione spaziale: a quanto pare nel futuro saranno cacchi amarissimi per il genere umano, in un modo o nell’altro!

Nel caso di Silpheed la minaccia viene da un’organizzazione terroristica, Zakarta, che nel 3076 – anno in cui avrò la bellezza di 1100 anni -  domina la terra avendo hackerato il supercomputer che controlla la galassia.

L’unica speranza è la Sa-77 Silpheed: potentissima astronave situata al di fuori della portata del mega network e che, con voi al comando, tenterà di raggiungere la terra e salvare così il mondo.

La storia, come tradizione per i vecchi giochi di questo tipo è solo un pretesto per un po di sana azione e sfoggio di esplosioni e distruzione su vasta scala. La cosa che rende Silpheed in versione mega cd speciale è la tecnica utilizzata per la realizzazione dello stesso.

Il titolo originale uscito nel 1986 per il PC 8801 della nec era un comune shooter bidimensionale con sfondo alla Galaga ma visuale alla Gyruss, ovvero un finto effetto di profondità dato dall’essere non a scorrimento verticale ma su un piano inclinato che ‘entrava’ nello schermo. Questo effetto si otteneva semplicemente facendo ingradire gli sprites delle astronavi man mano che si avvicinavano alla posizione del giocatore. l’astronave pilotata dal giocatore avave limitate possibilità di movimento. Nella versione Mega CD diventa un un ‘rail’ shooter, ovvero di uno sparatutto di tipo 2d/3d che scorer su dei ‘binari’ dettati dal filmato prerenderizzato che fa da sfondo.

Lo sfondo precalcolato mostra un ambiente spaziale in 3d con grandi strutture gigantesche astronavi in combattimento e quant’altro, che unito alle astronavi (realmente poligonali renderizzate dalla console in flat-shading) fa si che il gioco sembri totalmente in 3d cosa che, nel 1993 e con l’hardware del mega cd, faceva gridare al miracolo. In effetti bisogna dare atto a Game Arts di aver creato un titolo dall’impatto visivo devastante che faceva passare in secondo piano la scarsa originalità del gameplay. Il sonoro di alta qualità della console Sega, con dialoghi che sottolineavano vari momenti del gioco, contribuiva a rendere l’esperienza di gioco entusiasmante.

Giudicato da molti come il miglior titolo in assoluto per Mega CD, Silpheed rappresenta l’apoteosi del fattore ‘eye candy’, ovvero come rendere un gioco dal gameplay visto e rivisto, una vera chicca puntando tutto sul fattore estetico.

tutto sommato ci piace! Voto: 7,5/10

Articoli correlati:

Burger Time (Hamburger - 1982 - Data East)
In un blog in cui 2 degli argo...
Danny Sullivan's Indy heat (1991 - Leland corp.)
Danny Sullivan's Indy Heat è u...
Nuova donazione per il museo
Andrea da Portogruaro mi ha i...

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o un trackback dal tuo sito o blog. Puoi anche sottoscrivere questi commenti via RSS.

Sii gentile. Niente volgarità. Resta in argomento. No spam.

Puoi utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo Blog supporta i Gravatar! Per ottenere il tuo gravatar registrati gratuitamente su Gravatar.

Subscribe to comments on this post

SprinTrade - Come guadagnare soldi con l'affiliazione