Home » Videogiochi

Duke Nukem 3D (1996 – 3D Realms)

02 11 2012 Nessun Commento Scritto da:

20121102-160936.jpgIn un periodo in cui la scena degli fps in pseudo 3d era ancora dominata dall’ottimo Doom II e cloni vari, e in cui Quake sarebbe apparso appena sei mesi dopo con il suo engine in 3d reale, un outsider fa la sua comparsa dandosi la terza dimensione e catturando un vasto seguito grazie alla sua tamarragine! Si tratta di Duke Nukem, già protagonista di due platform 2d di scarso successo.

Nel primo titolo addirittura il nome non era Nukem ma Nukum, per potenziali problemi di copyright con un altro game character giapponese. Il Nome cambia con il secondo titolo: entrambi sono degli shareware pubblicati solo su PC e che puntano tutto sul carisma del personaggio e sulla violenza del gioco. La storia dietro ai due titoli è poco fantasiosa (Cattivone di turno che vuole conquistare il mondo) ma si intravedono già allora gli elementi di interazione con l’ambiente di gioco che faranno la fortuna del terzo titolo, la sostanza del gioco però resta un semplice salta e spara a tutto quello che si muove, con poca profondità sebbene il sequel sia molto più vasto del primo titolo oltre a migliorare grafica e sonoro.

Nel 1996 però Duke sta per fare il grande salto: con una grafica in pseudo 3d coloratissima e soprattutto in ambientazioni realistiche come Los Angeles (francamente il rosso sangue di Doom iniziava a stancare!), il Duca intraprende la sua battaglia contro una invasione aliena (Dalle sembianze suine, cosa che accoppiata alle divise da poliziotti indossate scatenò qualche polemica, dato che in alcune zone così erano soprannominati gli agenti). Oltre alla sana dose di violenza e linguaggio lievemente scurrile il gioco sfoggia anche un po’ di tette al vento quando il protagonista passa vicino a un spogliarellista e gli sventola di fronte un po’ di bigliettoni (!)
Il gioco mostra inoltre per la prima volta l’interazione con gli elementi dell’ambiente: si possono azionare lavandini e sciacquoni, e accedere ai monitor della sorveglianza per osservare altre stanze e azionare trappole, ci si può guardare allo specchio e guidare treni.. cose che si vedranno ampliate e migliorate poi anche in Half Life, e che stimolano l’esplorazione e l’interazione.
Lo stile tamarro del duca si esprime nei coloriti commenti che ogni tanto spara fuori durante l’azione (rigorosamente in inglese) e alcune gustose cutscene come ad esempio quella in cui, dopo aver ucciso un mostrone, si siede sulla sua carcassa e vi defeca all’interno (!!) leggendo il giornale.

Insomma Duke Nukem si è rivelò un grande successo, impensabile visto anche i due prequel abbastanza trascurabili, che oscurerà il tanto atteso Quake che pure gli era superiore tecnicamente. Ne sono state prodotte varie espansioni e conversioni per tutti i formati dell’epoca ma solo più di dieci anni dopo se ne è visto il sequel sulle console dell’attuale generazione, tanto che ‘Duke Nukem Forever’ si era già meritato il titolo di vaporware.

Divertente ancora oggi, Duke Nukem 3D resterà per molti un titolo indimenticabile, che ha contribuito all’evoluzione del genere FPS e all’incafonimento del videogiocatore medio!

Voto: 8/10

Pagina Wikipedia

Sito dello sviluppatore, con walkthrough del gioco

Articoli correlati:

Sega Mega CD
"Il Mega CD fu lanciato  ...
Nuova donazione per il museo
Andrea da Portogruaro mi ha i...
Speciale: Il mio primo videogioco...
Che siate dei videogiocatori i...

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o un trackback dal tuo sito o blog. Puoi anche sottoscrivere questi commenti via RSS.

Sii gentile. Niente volgarità. Resta in argomento. No spam.

Puoi utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo Blog supporta i Gravatar! Per ottenere il tuo gravatar registrati gratuitamente su Gravatar.

Subscribe to comments on this post

SprinTrade - Come guadagnare soldi con l'affiliazione