1994 – Sega Megadrive 32X (Genesis 32X, Sega 32X)

Dopo l'uscita del Supernintendo la Sega incominciò a studiare la maniera di risorpassare la rivale giapponese sul piano tecnico. Il Mega CD non era stato in grado di garantire questo passo in avantie comunque commercialmente non si era rivelato un grande successo. La divisione americana e giapponese di Service Games stavano lavorando, su più di un progetto. Inizialmente il futuro CEO Nakayama ordinò di sviluppare una console a 32 bit a cartucce per lanciarla entro Natale, il rpgetto fu denominato Jupiter. Successivamente ci fu un cambio di rotta poiché si capì che la tecnologia a cd era più economica, ...

2000 – Playstation 2

La Playstation 2 viene lanciata da Sony nel 2000, arrivando qui in Europa solo a fine anno. L'era dei 128 bit era già iniziata con SEGA e il suo Dreamcast e Sony, nonostante se la sia presa comoda, arriva con affanno al lancio presentando giochi mediocri. Inizialmente la Ps2 (che costava quasi un milione di vecchie lire) viene venduta principalmente solo grazie al lettore DVD integrato, ma il franchise potentissimo (il marchio Playstation aveva riportato i videogiochi alle masse) permette alla console di rimontare sulla concorrenza e quando finalmente è arrivato il giusto supporto in termine di giochi non ce ...

1983 – Videopac G7400

Il videopac G7400 è una edizione migliorata del più diffuso G7200 (AKA magnavox odissey2). I miglioramenti consistono in una maggiore risoluzione degli sprites e della grafica di sfondo. La console fu venduta per un periodo di tempo limitato e solo in Europa, c'erano piani di una release in America ma la grande crisi dei videogiochi allora incombente vanificò il tutto. Il videopac 7400 è compatibile con i giochi del 7000, con delle speciali cartucce ibride (funzionano sul 7000 ma sul 7400 hanno una grafica migliore) nonchè con i giochi appositamente sviluppati. Il modello in mio possesso è stato gentilmente donato al museo ...

1982 – Commodore CBM 64

Il commodore 64 è stato il personal computer più venduto di sempre con ben 17.000.000 di esemplari. La Commodore era reduce dal buon successo del suo Vic-20 e grazie all'integrazione verticale riuscì a sfornare il Vic-30 (che divenne commodore 64 poco prima del lancio) ad un prezzo molto competitivo rispetto alla concorrenza di quegli anni (Apple II,  Atari 800 in America Sinclair Spectrum Amstrad CPC  in Europa). Commodore possedeva l'azienda che produceva i chip utilizzati all'interno delle sue macchine e quindi non doveva acquistare la tecnologia necessaria, si narra che  esponenti della Atari rimasero a bocca aperta per il prezzo ...

La storia dei VG

Nell'apprestarmi al lavoro di creazione del mio Museo ho pensato che non poteva mancare una piccola storia che faccia da filo conduttore della mia collezione (più futura che presente). La storia che segue si focalizzerà esclusivamente su tutti quegli attrezzi che si possono collegare alla tv per giocarci, non solo console quindi ma anche home PC come i gloriosi spectrum, c64 e amiga. Buona lettura, nostalgici amici. Crescenzo Di Ponio Aggiornata il 23 Febbraio 2009 Capitoli: Gli Albori (pre 1976) L’età del VCS (1976 - 1982) 8 e 16 bit (1983 - 1991) Dai 32 bit a i giorni nostri (1992 - 2009) fonti: VIDEO GAMES ONLINE http://www3.sympatico.ca/theo.vanderveen/ VIDEOGAMES.COM http://www.videogamespot.com/features/universal/hov/ ...

2004 – Nintendo DS

Mentre il Gameboy Advance vende ancora bene sulla scena delle console portatili si sta per affacciare un serio concorrente per Nintendo: la Sony con la sua annunciata PSP. Le specifiche tecniche del portatile Sony sono anni luce avanti al GBA e Nintendo decide di lanciare un nuovo handeld, che però non sarà dichiaratamente il successore del Gameboy: abbandonando lo storico franchise la grande N presenta al mondo il suo DS. L'acronimo sta per Dual Screen, e infatti, ricordando i famosi Game & watch degli anni 80 la nuova console presenta un forma factor richiudibile (diremmo a panino, più che ...

1982 – Sinclair ZX Spectrum

Nel 1982 il Sinclair zx81 era diffusissimo ma il BBc Micro, prodotto dalla acorn perchè diventasse il computer per tutta la famiglia stava per scalzare Sinclair dal trono.. fu allora che la casa britannica sforno’ il suo gioiellino: Lo Spectrum. Questo computer fu progettato perchè sfruttase (per minimizzare i costi) il più possibbile la tecnologia dello zx81. Lo stesso Basic fu solo migliorato e non rimpiazzato. Lo Spectrum fu prodotto in due versioni: da 16 e 48k. La critica attacco’ questa macchina per la tastiera, per la poca velocità e altro, ma era una macchina economica, colorata e veniva prodotta da uno ...

2001 – Nintendo Gamecube

Sviluppato con il nome in codice Dolphin il Gamecube è l'ultima console di casa Nintendo a sfidare la concorrenza per la supremazia tecnologica. Supportata da Ati nel comparto video infatti il 128 bit Nintendo fa della grafica uno dei suoi punti di forza. Il cubo è inoltre la prima console della grande N ad utilizzare un supporto ottico, una specie di mini dvd in formato prprietario: la caratteristica chiave di questo supporto sono i tempi basissimi di caricamento. Il gamecube ha una forma molto particolare, un cubo stile retrò con tanto di maniglia per il trasporto. il coperchio del vano cd ...

1993 – Atari Jaguar

Il Jaguar di Atari doveva segnare il ritorno in grande stile della casa Americana sul mercato delle console, spazzando via sulla carte le console 16 bit di quegli anni con delle caratteristiche tecniche impensabili.  Inizialmente il JAguar doveva uscire dopo il Panther, progetto Atari di console 32 bit, ma visto che lo sviluppo procedeva bene Atari decise di fare il grande passo, lo slogan con il quale il Jaguar fu lanciato era 'Do the math', ovvero fatevi un po' i conti e vedete se la nostra console 64 bit non e' piu' potente del resto (su tutti l'altro flop 3do di ...

1984 – Philips VG 8020 (MSX1)

Nell'era degli home computer 8-bit in Italia, almeno da quanto ricordo io dai tempi delle scuole medie, 3 erano i maggiori player: il commodore 64, lo spectrum e l'MSX. Quest'ultimo era maggiormente rappresentato proprio dal Philips VG 8020. Il computer in questione appartiene alla categoria degli MSX1, ed è il terzo modello prodotto da Philips ( i primi due erano l'8000 e l'8010). Nella parte superiore è presente uno sportellino per l'introduzione dei cartridges, esteticamente niente male, ma i giochi erano comunque maggiormente diffusi su cassetta, per utilizzare i quali ovviamente era necessario l'apposito lettore come per spectrum e commodore. La tastiera è di ...

1989 – Nintendo Gameboy

Il team della Nintendo che aveva creato i popolarissimi Game&watch nel 1980 (i cosiddetti scacciapensieri qui da noi), capeggiato da Gunpei Yokoi sforna nel 1989 il Gameboy, prima console portatile della Nintendo, e la seconda in assoluto a presentare la caratteristica di avere i giochi, intercambiabili, su cartuccia dopo il Microvision. In Europa ariverà nel 1990. Tecnicamente parlando la console era molto simile al NES anche se lo schermo monocromatico a quattro livelli di grigio non permetteva di avere una grafica all'altezza della versione casalinga. Altre console portatili che furono in quegli anni lanciate sul mercato sfoggiavano già schermi a ...

1983- Spectravideo SVI-728 (MSX1)

Lo Spectravideo SVI-728 è il primo home PC della casa americana pienamente compatibile con lo standard MSX. La stessa casa aveva infatti già prodotto due modelli (318 e 328) con microsoft basic. A dirla tutta il modello di MSX della spectravideo fu proprio quello che diede inizio allo standard in quanto fu sul loro prototipo che mr Nishi (creatore appunto dello standard MSX) scrisse l'MSX-DOS e l'interprete basic. Il modello della mia collezione mi è stato gentilmente donato da Antonio Abate, ed è una rarità in italia in quanto il modello di MSX1 più diffuso era senz'altro il Philips VG-8020. A questa pagina ...

1998 – SNK Neo Geo Pocket

Nel 1998 SNK, casa famosa per il Neo Geo e i sui titoli di grande successo in sala giochi, decide di andare a competere nel campo degli handeld con Nintendo e il suo Gameboy, re incontrastato da ormai quasi nove anni. La console venne lanciata solo sul mercato giapponese e di Hong Kong con pochi titoli inizialmente che veennero poi integrati nel suo primo e unico anno di vita per arrivare all'impressionante lista di 10 (!) che segue: Melan Chan's Growth Diary, Puzzle Link, Pocket Tennis, Neo Cup 98, Neo Cup 98 plus, King of Fighters, Samurai Shodown, Master of Syougi, ...

2002 – Xbox

In uno scenario che vede il decollo della ps3 e il tracollo del Dreamcast, mentre non è ancora chiara la potenzialità del Gamecube di Nintendo, Microsoft scende in campo dopo la collaborazione con SEGA proponendo la sua console pesantemente derivata da PC. La Xbox si fa notare soprattutto per le sue dimensioni ingombranti, sia dell'unità principale che dei gamepad. In secondo luogo per le buone specifiche tecniche e l'interessante presenza di un hard disk interno e della scheda di rete di serie. Il primo grande successo della console dela casa di Redmond è Halo, progetto dell Bungie che sarebbe dovuto uscire ...

2004 – PlayStation Portable (PSP)

"il 2004 è l’anno della guerra dei portatili: La Sony scende in campo con la sua PSP (vera e propria Ps2 in miniatura, con un gigantesco schermo 16:)), mentre la Nintendo risponde con il suo DS: console dotata di doppio schermo e Touch screen. Alla fine sara’ NIntendo ad uscire vincitrice grazie ad una erie di giochi davvero innovativi mentre la PSP propone in maggior parte versione ridotte dei successi Ps2. La chiave del successo del DS è la serie di giochi Touch! generations che, con titoli come il famosissimo Brain Training fa avvicinare ai videogiochi intere fasce di utenti ...

1994 – Panasonic 3do Fz-1

3DO STORY Di Michele "Misar" Sardo (appare per gentile concessione di 3do mania) Il 3DO Interactive Multiplayer nasce da un'idea di Trip Hadwkins, o meglio dal sogno di quest'ultimo di creare la piattaforma multimediale definitiva e dalle menti di R. J. Mical e David Needle che in tempi passati si erano già occupati della realizzazione dell'architettura di Amiga e Atari Lynx, dall'unione di queste menti viene creata la 3DO Company. Trip Hawkins Avvalendosi delle passate esperienze, Mical e Needle crearono una macchina basata su di un sistema multi-processore in grado di eseguire operazioni in multitasking, dove ogni singolo chip si occupa del compito ...

1991 – Sega Mega CD (Sega CD)

Il Mega CD fu lanciato  nel 1991 in giappone ma qui in Europa arrivò solo nel 1993. Questa data segna probabilmente l'inizio della fine della casa giapponese come produttrice di hardware, anche se ciò comincerà ad essere più chiaro solo nell'era del Saturn,qualche anno dopo. La periferica fu sviluppata congiuntamente a JVC, e si tratta di un lettore cd rom, collegabile alla porta di espansione laterale del Mega Drive, che aggiunge anche delle funzionalità hardware (seppure minime), come la possibiltà di effettuare rotazioni stile mode 7 Nintendo. Fu prodotta in due versioni: la prima che potete vedere nelle foto allegate e ...

1995 – Sega Saturn

L'era dei 16 bit è ormai finita secondo SEGA. Di sicuro il suo megadrive non se la passa bene e la casa nipponica ha bisogno di un successo per rifarsi delle vendite insoddisfacenti di mega cd e 32x. Così nel 1995, più o meno contemporaneamente all'uscita della psx di Sony , viene lanciato sul  mercato il Saturn che nelle ambizioni di SEGA doveva permettere conversioni fedeli dei coin op come SEGA Rally e compagnia bella. Sulla carta la macchina è più o meno equivalemnte alla console della Sony e all'inizio le due si fronteggiano ad armi pari. Purtroppo però il Saturn ...

1995 – Sega Nomad

I miei numerosi lettori giapponesi sapranno già che il primo megadrive portatile fu il Mega Jet (1992), un accrocchio sviluppato per la compagnia aerea Japan Airlines che sfruttava il monitor lcd da bracciolo per far giocare gli annoiati passeggeri. Ma il vero Megadrive portatile (con il suo schermo lcd) arriverà solo nel 1995 (ma solo in America e Giappone): dopo aver visto console portatili che rassomigliavano alla controparte casalinga (gameboy e Nes, Game gear e Master System), SEGA decise che doveva semplicemente rendere portatile la console che già esisteva. Il Nomad (progetto ‘Venus') utilizza gli stessi giochi del Mega ...

1977 – Atari VCS 2600

Il vcs 2600 è una delle console che hanno avuto maggior successo. Commercializzata per più di dieci anni ha portato per la prima volta i videogiochi al grande pubblico. Si puo' dire che più o meno tutti gli appassionati di videogiochi lo hanno avuto. Il primo modello del cx2600 (sigla di progetto) era ingombrante (per quei tempi) e aveva inserti in legno: il suo look non era per niente hi tech, tendeva di più a sposarsi con l'arredamento. Il 2600 fu ideato da Joe Decuir, che ne progetto' il chipset e i primi prototipi, Harold Lee (che e' il tizio che ...

1993 – Commodore Amiga CD32

L'Amiga cd 32 nasce negli ultimi anni di vita della Commodore (intesa come la casa del c64 e dell'amiga) quando la società cerca di inserirsi come può nei mercati dominati da SEGA e Nintendo per le console e dagli IBM compatibili per gli home computer. Inutile dire che uscirà sconfitta su tutti e 2 i mercati. Tecnicamente parlando il cd32 è un amiga 1200 in versione economica e dotato di lettore cd: i giochi sono versioni con video dei titoli a1200 su floppy. Il tanto decantato dagli amighisti chipset AGA fa il suo dovere ma nel campo dei videogiochi non propone ...

Videogiochi »

[10 Dec 2014 | No Comment | ]

E’ scomparso il 6 dicembre, all’età di 92 anni, Ralph Baer, geniale mente che è stata dietro ala creazione della prima home console di successo, il Magnavox Odissey. Vi rimando alla storia dei VG (http://www.eemuseum.it/?page_id=163) per maggiori dettagli. Baer è stato anche l’inventore del celebre gioco ‘Simon’ oltre che delle prime pistole light gun. Per [...]

Varie ed eventuali »

[11 Jun 2013 | One Comment | ]
Retro Edicole

Nella mia infanzia videoludica mi sono perso molti dei capolavori usciti per il mio commodore 64 perchè non avevo nessun riferimento nella scelta dei videogiochi. In effetti i titoli che acquistavo venivano scelti in base al titolo e alla foto sulla copertina. Il negozio in cui li acquistavo vendeva questi giochi a 7000 lire, in [...]

Videogiochi »

[27 Feb 2013 | No Comment | ]
The Last Ninja (1987 – System 3)

The Last Ninja è una saga molto popolare dell’era 8 bit che vede la luce sul commodore 64 ad opera della System3. Il gioco era caratterizzato da una grafica simil 3d (isometrica) davvero notevole per l’8bit di casa Commodore e da una difficoltà assurda.. cio nonostante, il tema giapponese (molto in voga in quegli anni) [...]

Videogiochi »

[2 Nov 2012 | No Comment | ]
Duke Nukem 3D (1996 – 3D Realms)

In un periodo in cui la scena degli fps in pseudo 3d era ancora dominata dall’ottimo Doom II e cloni vari, e in cui Quake sarebbe apparso appena sei mesi dopo con il suo engine in 3d reale, un outsider fa la sua comparsa dandosi la terza dimensione e catturando un vasto seguito grazie alla [...]

Videogiochi »

[23 Oct 2012 | No Comment | ]
Mortal Kombat (1992 – Midway)

Nel 1992 il panorama dei picchiaduro a incontri era già dominato dalla serie Street Fighter di Capcom, appena insidiata dai vari Fatal Fury , Art of Fighting et similia che imperversavano sulla piattaforma Neo Geo. Difficile pensare che un altro titolo dello stesso genere avrebbe potuto ricavarsi una fetta di notorietà tale da oscurare a [...]

Gadgets »

[4 Oct 2012 | No Comment | ]
Efergy E2 Classic

Chi di voi come me ha la casa piena di aggeggi sempre attaccati alla rete elettrica (console vecchie e nuove, Pc, caricabatterie, impianto hi-fi e chi più ne ha più ne metta) magari si è ritrovato più di una volta con una bolletta Enel più gonfia del dovuto. Posto che l’addebito corrisponda ai Kwh effettivamente [...]

Videogiochi »

[8 May 2012 | One Comment | ]
Super Mario World (1990 – Nintendo)

Super Mario World segna l’ingresso dell’acclamata mascotte Nintendo nell’era dei 16-bit, diventando un punto di riferimento assoluto tra i giochi dedicati all’idraulico italiano. Il titolo prodotto da  Shigeru Miyamoto viene proposto in bundle al lancio del Super Nintendo ed è il quarto titolo della serie Super Mario Bros. La grafica risulta ovviamente migliorata rispetto ai [...]

Videogiochi »

[7 May 2012 | No Comment | ]
Half Life (1998 – Valve)

Half Life rappresenta una pietra miliare nella storia dei videogiochi e del genere FPS (first person shooter) in particolare. Fino alla sua comparsa lo schema tipico di questo genere di videogame era: spara a tutto quello che si muove, trova la chiave, apri la porta e così via. Il re del genere era Doom e [...]

Varie ed eventuali »

[10 Apr 2012 | No Comment | ]
Addio a Jack Tramiel, fondatore di Commodore

E’ di due giorni fa la notizia della scomparsa di Jack Tramiel, fondatore della Commodore. Tramiel dopo aver iniziato come produttore di macchine da scrivere ha rivoluzionato il mondo degli home pc creando macchine che hanno spopolato nel mondo e anche in Italia, come il Commodore 64 e L’Amiga. Link: È morto Jack Tramiel, il [...]

Videogiochi »

[7 Apr 2012 | No Comment | ]
Ico (2001 – Sony)

Nel 2001, come esclusiva su playstation 2 Sony pubblica Ico, creazione di Fumito Ueda. Il gioco è un action-adventure sullo stile di Prince of Persia e Tomb raider, ma in un’ambientazione fantasy-medievale che solo il giappone poteva partorire. Voi impersonate Ico, ragazzo cornuto (in senso stretto) che sta per essere sacrificato in un immenso castello [...]

Ricerca personalizzata
HomoDePanza Blog
SprinTrade - Come guadagnare soldi con l'affiliazione